Detrazioni fiscali impianti solari – 2017

Detrazioni fiscali impianti solari termici - Detrazione solare termico 2017 - Ecobonus in vigore - Start Preventivi

 
Tra le più importanti innovazioni in campo energetico spicca senz’altro l’installazione degli impianti solari termici, da non confondersi con gli impianti fotovoltaici. Gli impianti solari permettono un notevole risparmio energetico nel campo della climatizzazione in quanto sono in grado di generare acqua calda, da usare sia per l’impianto di riscaldamento che come acqua corrente nei bagni e nelle cucine. Oltre all’uso domestico si rileva che l’installazione di un impianto solare termico è un enorme contributo negli edifici commerciali o in quelle strutture quali piscine, campi sportivi, case di cura, ospedali, istituti scolastici, dove l’uso di acqua calda e del riscaldamento degli ambienti è una spesa non ininfluente.

Come già per gli anni passati, la legge di stabilità 2016 ha garantito anche per tutto il 2017 la possibilità di usufruire della detrazione fiscale (Ecobonus) al 65% sull’acquisto, installazione e messa in opera di impianti solari termici, comprese tutte le eventuali realizzazioni murarie accessorie necessarie. È anche ipotizzabile una estensione delle agevolazioni per gli impianti solari fino al 2019.

In cosa consiste l’Ecobonus per gli impianti solari termici e chi può usufruirne?

L’Ecobonus è una detrazione fiscale applicabile sull’Irpef delle proprie dichiarazioni dei redditi, spalmabile in 10 anni e pari al 65% dell’importo totale comprensivo anche di manodopera.
Possono usufruire di questa agevolazione tutti i proprietari e tutti gli aventi titolo (società, associazioni, enti, inquilini, comodatari, familiari conviventi che eventualmente ne abbiano sostenuto le spese o anche i titolari di un contratto di leasing).

Sono detraibili i costi affrontati sia per gli impianti solari ad uso domestico che quelli per gli impianti ad uso commerciale. Il tetto massimo però non può superare i 60.000 euro di spesa.
Per poter richiedere l’agevolazione fiscale è necessario rispettare alcuni parametri:

l’installazione del impianto solare termico deve essere effettuata su un edificio preesistente. Questo perché la detrazione è indirizzata alle migliorie energetiche e non alle nuove costruzioni. Per le nuove costruzioni sono in atto altre politiche economiche;

le spese sostenute, per le quali si richiede la detrazione, devono essere effettuate attraverso bonifici bancari. A meno che il contribuente non sia un titolare di reddito da impresa che può effettuare i pagamenti con altre modalità, purché documentabili;

• come già detto, la spesa non deve superare i 60.000 euro. Qualora il costo dovesse essere superiore la detrazione sarà applicata solo sul massimale. Il resto non potrà essere detratto;

l’installatore deve fornire una garanzia minima di 5 anni sui pannelli solari e sui bollitori e di due anni sugli altri componenti. Inoltre i pannelli devono essere conformi ai protocolli Uni En 12975 e Uni En 12976. Infine devono essere stati acquistati e certificati da uno stato membro dell’Unione Europea e della Svizzera;

se si installano impianti combinati, in grado di produrre non solo energia termica ma anche energia elettrica, sarà detraibile solo la parte di componentistica riguardante esclusivamente la produzione di acqua calda (per determinare l’importo esatto sarà necessario estrapolare mediante opportuni calcoli la percentuale di energia termica prodotta sulla totalità energetica sviluppata dall’impianto).

Documenti da presentare per richiedere le detrazioni fiscali per un impianto solare termico

Ai fini di poter richiedere le detrazioni è necessaria come prima cosa la dimostrazione della titolarità del diritto di richiedere l’agevolazione fiscale. Sarà quindi da produrre un atto di proprietà dell’immobile o di titolarità di un’azienda. Si possono anche presentare le ricevute di pagamenti Imu o Ici.

Sarà necessario allegare l’asseverazione, ovvero un documento che garantisce la conformità dell’impianto solare alle correnti normative vigenti nella località di istallazione. Nell’asseverazione devono essere inseriti tutti i dati richiesti riguardanti nello specifico la potenza termica prodotta. Questa può essere redatta da un tecnico specializzato (che abbia un apposito certificato di formazione) oppure dal direttore dei lavori.

In allegato all’asseverazione è anche necessario inserire una scheda informativa che riporti tutti gli interventi realizzati, seguendo un modello standard che si può trovare sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Nella scheda informativa sarà necessario inserire tutti i dati relativi a chi ha sostenuto le spese per l’intervento, il tipo di lavoro eseguito, il risparmio energetico conseguito e i costi di realizzazione.

Fino al 2008 era inoltre necessario presentare un attestato di certificazione, anche detto di qualificazione energetica, redatto dall’esecutore dei lavori e comprendente tutti i dati relativi all’efficienza energetica dell’edificio. A partire dal 1 gennaio 2008, solo nel caso di installazione di impianti solari o infissi, non è più necessario presentare la certificazione energetica.

Tutti i modelli da presentare (asseverazione, scheda informativa, e, qualora servisse, certificazione energetica) devono essere compilati da tecnici specialistici che abbiano ottenuto l’abilitazione nella progettazione di edifici, iscritti nei relativi albi o collegi professionali e che abbiano competenze riconosciute dalla relative normative locali.

A seguito del decreto sulle semplificazioni fiscali alcuni obblighi che in passato rallentavano i lavori sono venuti a cadere. In particolare non è più necessario dare preventiva comunicazione di inizio dei lavori. Questo ad esclusione delle domande per l’infortunistica e la sicurezza sul lavoro che sono ancora obbligatorie. Non è altresì necessario dare comunicazione di lavori che proseguono per più anni di imposta. Infine non è più obbligatorio segnalare in fattura separatamente i costi relativi all’acquisto e alla manodopera.

Le sopraccitate regole sono inerenti all’anno 2017. Siccome però le normative sono in continuo cambiamento si consiglia a chi si accinge ad effettuare degli interventi soggetti a detrazione di consultare tempestivamente il sito delle Agenzie delle Entrate per verificare eventuali integrazione o spiegazioni inerenti la tipologia specifica del lavoro da effettuare.

 

Le migliori imprese. I migliori preventivi.

Devi installare un impianto solare per la tua casa ed usufruire delle detrazioni fiscali in vigore? Fai una richiesta di preventivo gratuitamente e riceverai 5 preventivi da professionisti e imprese meritorie locali che possono garantire i migliori risultati a livello di qualità, prezzo e tempo di esecuzione dei lavori.