I rivestimenti della cucina – Guida alla scelta dei migliori materiali da utilizzare

Rivestimento cucina - Guida alla scelta dei migliori materiali da utilizzare per rivestimenti cucine moderne - Start Preventivi

Così come avviene nel caso del pavimento, anche la scelta dei rivestimenti per la cucina è molto importante. Si tratta dell’ambiente più particolare della casa, dove macchie, provocate da cibi e liquidi anche caldi, e dove cadute di utensili sono all’ordine del giorno. Si ha quindi bisogno di rivestimenti che non solo siano in armonia con il pavimento ed i mobili, da un punto di vista strettamente estetico, ma che siano anche resistenti, in grado di sopportare macchie e danneggiamenti che nell’ambiente di una cucina sono sempre possibili.

Ma non è tutto dato che in cucina c’è necessità di materiali che da un punto di vista siano anche impermeabili e traspiranti, visto che la cucina è un luogo umido dove si annidano anche i fumi della cottura dei cibi, e che dall’altro siano facili da pulire e comunque gradevoli alla vista.
Solitamente le parti della cucina che devono essere protette da un apposito rivestimento sono le zona attorno ai fuochi e dietro il lavello, oltre che ovviamente la zona che ospita il piano di lavoro vero e proprio.

Cucina moderna bianca, stile scandinavo con rivestimenti in mattonelle patchwork abbinato a piastrelle in gres porcellanato di grandi dimensioni - Idea rivestimento per ristrutturazione cucina

I rivestimenti in granito per la cucina

Chi è in cerca di rivestimenti molto resistenti probabilmente opterà per il granito. Si tratta di un materiale che in cucina ha grande seguito, proprio grazie alle sue proprietà. Stiamo parlando di un materiale davvero solido e resistente, sia agli urti ed ai graffi, per cui non teme cadute di utensili o utilizzi energici del piano di lavoro, e sia verso le macchie che difficilmente diventano problematiche. Il granito è infatti molto semplice da pulire e non vanno presi particolari accorgimenti sotto questo punto di vista.

Mattonelle e rivestimenti in granito sono pertanto particolarmente adatti lì dove altri materiali delicati potrebbero essere un problema, ed hanno il vantaggio di sposarsi bene anche con vari tipi di cucine, prediligendo, dato il colore scuro della pietra, cucine per contrasto in colori chiari.

PRO: Un materiale estremamente resistente ed esteticamente molto gradevole

CONTRO: Il prezzo del granito è più elevato rispetto gli altri materiali

Cucina moderna con isola con paraschizzi e top in granito ed il pavimenti in marmo - pareti rivestite in carta da parati - Idee rivestimenti cucine moderne

Cucina contemporanea in bianco e nero con isola -  top e paraschizzi rivestite in granito ed il pavimenti in marmo bianco, ambiente elegante e moderno - idee mattonelle per cucine di lusso

L’utilizzo delle piastrelle per i rivestimenti della cucina

Un’altra delle soluzioni più utilizzate riguarda la scelta delle piastrelle in monocottura. Queste sono ottenute da pasta bianca o rossa cotte a temperature altissime, che si aggirano attorno ai 1000°. La cottura è appunto unica e riguarda allo stesso tempo sia il supporto che lo smalto. È proprio la cottura a queste altissime temperature che dà loro una particolare resistenza. Inoltre lo smalto le protegge da macchie e le rende facilmente lavabili.

I rivestimenti in bicottura invece, dove supporto e smalto sono cotti separatamente sono più delicati, ed indicati maggiormente per ricoprire la parete dietro i fuochi che non il piano di lavoro e la zona del lavello.

Altra opzione simile e molto apprezzata negli ultimi tempo riguarda l’utilizzo del gres porcellanato. Composte da una miscela di argille, quarzi e altri minerali le piastrelle in gres sono anch’esse molto resistenti, ma soprattutto hanno grandi vantaggi dal punto di vista estetico, potendo essere lavorate in vario modo per ottenere diversi effetti finali. Possono ad esempio essere realizzate con superficie levigata, con un particolare effetto setoso, oppure con effetti che ricordano le pietre naturali, prendendone di fatto le sembianze.

Le piastrelle in monocottura, ma anche e specialmente in gres porcellanato, sono inoltre molto adatte a dare uno stile unico alla propria cucina grazie alle possibilità estetiche che ci garantiscono. Sulle nostre piastrelle, infatti, grazie alle nuove tecniche di stampa digitale sarà possibile applicare un qualsiasi tipo di motivo decorativo, che possa quindi rispecchiare appieno i nostri gusti. Ad esempio si possono realizzare decori di tipo geometrico, anche solo per determinate sezioni, verticali o orizzontali, oppure floreali, il tutto a seconda dello stile generale degli arredi e dei nostri desideri.

PRO: Vasta scelta di modelli e colori, grande resistenza e facilità di pulizia

CONTRO: Nessuno in particolare

Immagine cucina con rivestimento in piastrelle grigie, stile contemporaneo - Idee rivestimenti cucina - interessante mobile per la TV

Idea cucina moderna con rivestimento in piastrelle patchwork colorate e allegre - top in marmo e tavolo in legno grezzo

Le migliori imprese. I migliori preventivi.

Devi ristrutturare la tua cucina o posare un nuovo rivestimento bello e funzionale? Fai la tua richiesta di preventivo gratuitamente e riceverai 5 preventivi da professionisti e imprese meritorie locali che possono garantire i migliori risultati a livello di qualità, prezzo e tempo di esecuzione dei lavori.

Il parquet/legno è una valida soluzione per il rivestimento della cucina?

Tra i rivestimenti per la cucina più delicati da utilizzare c’è sicuramente il parquet. Così come avviene nel caso del pavimento si tratta di una scelta che per un ambiente come quello della cucina non è molto indicata, anche se sempre possibile. Naturalmente una cucina con pavimento e rivestimenti in parquet sarà meno fruibile sotto certi punti di vista di una con pianali in granito, e questo proprio dovuto alla delicatezza di un materiale vivo come il legno.

Il grandissimo vantaggio del legno è senza dubbio di tipo estetico. Una cucina con rivestimenti in parquet appare immediatamente elegante, donando anche un senso di accoglienza, calore e comfort. Chiaramente è un materiale che richiede più cura e che va trattato e protetto da un’apposita vernice prima di iniziare ad utilizzare la cucina. Inoltre i listoni vanno montati su una base, che normalmente può essere di cemento.

Il classico parquet in legno, mediamente troppo delicato per un ambiente umido come la cucina si può sostituire con un buon parquet in laminato. Si deve scegliere però proprio un laminato adatto a ambienti notoriamente umidi.

PRO: Il legno è un materiale pregiato, elegante e caldo

CONTRO: ha bisogno di una buona cura e può essere soggetto a macchie in superficie

Ispirazione rivestimenti cucina moderna con paraschizzi e top in legno - ante in laminato bianco

Idea cucina moderna in laminato, finto legno, con rivestimento paraschizzi dello stesso materiale - pavimenti in legno chiaro - ispirazione rivestimenti cucine moderne

I rivestimenti cucina in cemento

Il cemento è una delle ultime tendenze in fatto di rivestimenti per la cucina. Questo in special modo per quanto riguardano le cucine nello stile moderno o industriale. Innanzitutto il cemento è un materiale resistente, che non teme il passare del tempo e le sollecitazioni tipiche dell’utilizzo, anche intensivo, di una cucina. Dal punto di vista stilistico è inoltre un materiale che sta prendendo piede, specialmente in case dove si cerca uno stile particolare e moderno. Oltre il classico grigio il cemento può assumere innumerevoli colori.

In questo caso il cemento lucido è la soluzione migliore, dato che le sue tipiche proprietà riflettenti lo rendono perfetto appunto per dare enfasi ad uno stile moderno, specialmente se accompagnato da un mobilio per contrasto in legno e magari di colore bianco, che faccia da contraltare al naturale colore più scuro del cemento stesso.

PRO: Molto resistente e durevole. Con il microcemento si possono rivestire le vecchie piastrelle della cucina.

CONTRO: Se dovete utilizzare il cemento a basso spessore il costo può risultare elevato, (mediamente sui 90-100 euro/mq)

Cucina moderna, stile industriale, con pavimenti e rivestimenti in cemento - Idee rivestimento cucina, ambiente moderno

Idea rivestimento in cemento per cucina moderna - contrasto in bianco e nero con la parete stile lavagna

Rivestimento cucina in resina

La resina viene utilizzata per rivestire pareti o porzioni di pareti in cucina, grazie alle sue caratteristiche di impermeabilità e facilità di pulizia che sono garantite dall’assenza di giunti e fughe. Risulta uniforme e omogenea e non attira polveri e batteri.
Con l’inserimento poi di glitter e inserti di materiali di vario tipo, il rivestimento in resina può diventare tridimensionale e caratterizzare in maniera molto originale lo spazio conferendo particolari scelte in fatto di design che sono sconosciute ad altri tipi di materiali.

PRO: La resina è un materiale forte, resistente e molto facile da pulire. Con le resine decorative si possono creare effetti originali e unici.

CONTRO: La resina ha una bassa resistenza ai raggi UV quindi sarà soggetta ad un mutamento di colore. Per evitare questo fenomeno è consigliabile scegliere le resine poliuretaniche, acriliche o cementizie, tipologie che non presentano questo problema.

Cucina contemporanea in laminato bianco e grigio con paraschizzi in resina rossa - Idee rivestimenti cucina

Dettaglio rivestimento in resina, effetto cemento -
 resistente e facile da pulire - immagine materiali per rivestimenti cucina

Rivestimenti cucina in vernici e smalti lavabili

Una soluzione molto moderna e contemporanea prevede l’utilizzo, per i rivestimenti della cucina, di semplici vernici e smalti lavabili. Si possono scegliere in molto colori diversi e con trame uniche a seconda del nostro desiderio. Sarà sempre possibile, in modo facile e veloce, poter cambiare stile e colori in qualsiasi momento, senza l’impegno di lavori invadenti ed eccessivamente costosi.
Inoltre se volete modernizzare le ceramiche della cucina senza demolirle e posare un nuovo rivestimento si può ricorrere a svariate soluzioni di smalti per piastrelle. Con un semplice intervento (anche fai da te) e un costo contenuto potete dare un nuovo look alle vostre piastrelle.

La semplicità di pulizia poi, grazie ad un semplice panno e ad uno sgrassatore fa si che si tratti di una soluzione davvero poco impegnativa sotto questo punto di vista.

PRO: Una soluzione pratica e con un costo contenuto

CONTRO: Meno resistente degli altri materiali, si deve fare attenzione ad abrasioni e colpi

Immagine cucina contemporanea con le pareti senza rivestimento o piastrelle - pareti dipinte con vernice lavabile, color grigio scuro - mobili bianchi, pavimenti e top in cemento

Il rivestimento cucina in mosaico

Non manca inoltre la possibilità di inserire sezioni e rivestimenti con la tecnica del mosaico, maggiormente semplificata rispetto al passato dato che la posa avviene come se si trattasse di vere e proprie piastrelle. Nonostante ciò, comunque, vengono richieste una grande precisione e attenzione e quindi un personale specializzato all’opera che se ne occupi.

Le decorazioni grazie alla tecniche del mosaico possono essere virtualmente infinite, con rivestimenti che possono essere in colori unici e omogenei, o altri che possono vedere ricreate delle particolari stampe decorative, come nel caso delle riproduzioni sempre più utilizzate di azulejos spagnoli o portoghesi.

PRO: Il mosaico è particolarmente versatile mettendo insieme le esigenze estetiche, con quelle pratiche e funzionali

CONTRO: Tra le carenze possiamo indicare solo il suo costo, che risulta più elevato rispetto ad altri materiali di finitura

Ispirazione per cucina moderna con piastrelle in mosaico di colore bianco - mobili bianchi con le ante in legno - Idee per rivestimenti cucine moderne

Rivestimenti cucina in vetro

Un’ultima opzione, molto gradita in fatto di design, specialmente se si cerca qualcosa di adatto ad uno stile moderno, è il vetro. In questo tipo di rivestimenti per la cucina si utilizzano vetro temperato e del vetro stratificato, che permettono di avere un rivestimento resistente e raffinato in un ambiente da sempre sottoposto a grandi stress. Il vetro sta diventando un grande protagonista grazie alla sua versatilità, prestandosi a numerosi usi e ad effetti stilistici originali.

Le possibilità dal punto di vista stilistico sono due: da un alto abbiamo lo schienale in vetro a specchio, in grado di esaltare la luminosità dell’ambiente e di dare l’impressione di vedere oltre la cucina creando uno stile contemporaneo. Dall’altro c’è la possibilità di utilizzare il vetro riverniciato, con cui si può scegliere tra un ampia gamma di colori, con questi che coprono solo il retro della superficie donando profondità.

PRO: Un materiale moderno, che permette numerosi effetti stilistici. Di facile manutenzione.

CONTRO: Il vetro è meno resistente a colpi e vulnerabile alle scheggiature.

Cucina moderna con rivestimento in vetro, colore blu chiaro - elettrodomestici e top in acciaio e sportelli in legno scuro - rivestimenti moderni per cucine

Open space molto luminoso in bianco e nero con alcuni tocchi di colore - rivestimento cucina in lastra di vetro, colore grigio scuro - rivestimenti per cucine moderne

Immagini: archidea.com.ua, archinspire.pro, archiproducts.com, architizer.com, granitemarblewa.com, happymodern.ru, homebook.pl, homify.com, houzz.com, italystonemarble.com, officinaresine.it, pinterest.com, resineitalia.it, styldecor.it

 

Le migliori imprese. I migliori preventivi.

Devi ristrutturare la tua cucina o posare un nuovo rivestimento bello e funzionale? Fai la tua richiesta di preventivo gratuitamente e riceverai 5 preventivi da professionisti e imprese meritorie locali che possono garantire i migliori risultati a livello di qualità, prezzo e tempo di esecuzione dei lavori.